Skip to content

Silvio Jodorowsky e il pubblico di giro

22 giugno 2010
by

Alejandro Jodorowsky è un meraviglioso ottantunenne. Dimostra almeno una dozzina di anni in meno e si diverte sul palco come un vero mattatore. Duetta con un ignoto poeta toscano e legge banalotte poesiole sull’amore. Ma c’è un argomento che sembra tenerlo sveglio più di altri: il sesso.  E così inanella una serie di battute su vagine, seni, membri maschili condite da continui doppisensi che fanno subito venire in mente lui, Silvio Berlusconi e il suo umorismo da bar sport. Peccato che ogni uscita volgare del Cav. susciti pensosi articoli di Michela Marzano sulla Repubblica, interrogazioni parlamentari promosse da Giovanna Melandri e Rosy Bindi, antipatizzanti editoriale dell’Economist; per il poeta cileno, invece, un pubblico osannante si pronunciava concorde in questi termini: è un genio!

La calura estiva mi provocherà eccessi di insofferenza, ma ieri sera ho messo a fuoco fino a che punto detesti il pubblico di quelli a cui, concordemente, si grida: sei un genio!

Notoriamente è un pubblico che puzza e, nonostante la ritrosia a detergere le ascelle, predilige scamiciati, polo oversize, camicione a quadri.

Sarà quasi impossibile non avere come vicini di sedia un paio di barbuti sessantenni reduci dal ’77, di professione insegnanti di storia e filosofia o proprietari di una libreria off-off, perfettamente in grado di commentare tutto, di conoscere a memoria il repertorio del genio e di ridere, entusiasti, ad ogni nuova enumerazione di cazzi, tette, fiche.

Ancor più difficile sarà sedersi ad almeno 50 metri di distanza da una traduttrice freelance e compulsiva, di quelle, cioè, sempre pronte a correggere gli sbagli del traduttore ufficiale e desiderose di condividere col resto del pubblico la più ficcante trasposizione linguistica.

Ah, dimenticavo: detesto anche chi è affetto da dondolio isterico della testa, patologia che lo costringe a muoversi di continuo. Ma per fortuna questa tipologia è ancora poco diffusa.

Annunci
One Comment leave one →
  1. 22 giugno 2010 23:08

    “ormai il suo lavoro è far sentire intelligenti i fan”, sms di A. a proposito di Jodorowsky

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: