Skip to content

dilemmi democratici

20 aprile 2007
by

Si pensi quel che si vuole del costituendo PD, ci sono comunque due domande che mi frullano senza risposta nella testa.

1) Come si fa a realizzare la casa dei liberaldemocratici, dei riformisti, lasciando fuori le due formazioni riformiste e liberaldemocratiche per eccellenza: Socialisti e Radicali?

2) Massimo Cacciari ha detto che non serve un pantheon del PD perché si sta costruendo qualcosa di nuovo, inedito. Ora, che a fare qualcosa di nuovo ed inedito sia una classe politica che si mantiene immutata da 30 anni e che non potrà certo cancellare un vissuto, una storia, la vedo dura.

Per me è sempre valido quanto sostenne Edmund Burke a proposito delle costituzioni: esse non si improvvisano, ma sono il portato di una cultura, di una tradizione.

Annunci
No comments yet

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: