Skip to content

cattivi maestri

24 gennaio 2006
by

 

Uno che si annoiava sempre, di tutto, al punto tale da non finir mai un libro.

Uno che ha cosparso l’Italia di inutili autostrade per far circolare le sue auto.

Uno che, quando ci sarebbe stato bisogno di reinvestire nel core-business dell’auto, si comprava acque minerali francesi, alberghi internazionali, compagnie di assicurazione.

Uno che ha contribuito a mandare sull’orlo del fallimento la più grande azienda italiana, cassaforte di famiglia.

Uno così, siete sicuri che ci debba mancare?

Annunci
9 commenti leave one →
  1. 24 gennaio 2006 23:22

    Cazzo, mi devo comprare una lavagna per la cucina.

    Ecco cosa mancava, l’Agnelli…
    Me ne dimentico sempre.

    Leppie

  2. 25 gennaio 2006 00:41

    perché, si sono riciclati nel mercato delle lavagnette da cucina?

  3. anonimo permalink
    25 gennaio 2006 02:47

    Non so te, ma a me manca uno che raccata rottami di aziende in crisi in giro per l’Italia, e ne rilancia i marchi. Dando lavoro ad appena qualche centinaia di migliaia di persone.
    Poi se fare Business è arte, da tre anni, ormai, non lo è più.

  4. 25 gennaio 2006 09:32

    no anonimo, io non rimpiango uno che raccattava rottami d’aziende per farle diventare ancora più da rottamare…

  5. 25 gennaio 2006 10:06

    Ciao Shylock, ti ringrazio per i tuoi esagerati complimenti……
    Hai capito perfettamente lo spirito del mio noblog!
    Forse per questo ho dato l’impressione di essere un personaggio da romanzo…
    Ed è un bel complimento!

  6. anonimo permalink
    25 gennaio 2006 10:06

    Pardon, chiedo venia…
    Sono Jazztrain…..

  7. anonimo permalink
    25 gennaio 2006 10:12

    Dimenticavo, anch’io ti ho linkato!
    😉

    Aspettati delle sorprese dal mio noblog!

  8. 26 gennaio 2006 14:18

    [audio src="http://www.wittgenstein.it/Fofi.mp3" /]

  9. 26 gennaio 2006 15:05

    caro diderot (a proposito, simpatico il tuo blog) ti ringrazio per la segnalazione. Chi fa sempre il bastina contrario, tipo Fofi o, scusa la modestia, come faccio io stesso, talvolta stucchevole. Non in questo caso, però. La riverenza agli Agnelli non ci rende onore.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: