Skip to content

il partito del grillo

25 agosto 2005
by

Il potere ai comici!, sembra essere il grido, per ora ancora sommesso, ma che sempre più prepotentemente si imporrà, di quanti vedono in Beppe Grillo la stella nascente della politica italiana. Il comico genovese, che dispensa pillole di saggezza quotidiana dalle pagine del suo seguitissimo blog, smentisce, con un’intelligente ed ambigua intervista all’Espresso, la notizia di una sua possibile candidatura alle primarie, ma in tanti, in ormai numerose città italiane, si radunano in suo nome discutendo i temi cari al loro beniamino: ecologia, etica del commercio, sostenibilità economica e politica italiana. Meet up,  è questo il nome dei club spontanei di cittadini che acclamano il comico come il nuovo leader di una nuova sinistra. Grillo può avere le carte in regola per spuntarla: è un personaggio notissimo e osannato dalle piazze; non si è mai prostrato di fronte ai potenti di turno; la sua politica potrebbe essere un’amalgama vincente di tesi della sinistra no-global condita con le passioni della classe media e perbene: la legalità, la lotta contro le ruberie, gli sprechi e le truffe ai danni dei risparmiatori. E, sul referendum, in nome della non brevettabilità della vita, il Grillo parlante si è pure astenuto. Ce n’è, insomma, per accontentare un po’ tutti.

Annunci
6 commenti leave one →
  1. 25 agosto 2005 19:04

    mi ricorda qualcun altro, che poi si tiro’ indietro.
    Speriamo non finisca nel nulla come lui.
    Girogirotondo…. casca il mondo….
    🙂

  2. 25 agosto 2005 19:15

    ma lei si riferisce forse ad un certo nanni per il quale solo dio dovremmo ringraziare per averlo tenuto lontano dalla politica?
    già, nella vita, gli è riuscito di fare il regista, non può pretendere gli riesca pure la carriera dell’agit prop. con di pietro come compagno di girotondo…

  3. 26 agosto 2005 09:27

    Secondo me le persone brave a fare il loro mestiere dovrebbero dedicarsi ancora di più alla loro professione. Sarebbe un bene per tutta la società 😉

  4. 26 agosto 2005 15:47

    caro shylock, beppe grillo mi era molto più simpatico prima di vedere il suo blog populista.

    mi pare che sia diventato il michael moore italiano (le sue rubriche sull’odio potrebbero essere in appendice a “stupid white man”).

  5. 27 agosto 2005 12:18

    Caro Avy, ci è andata bene: Grillo è più magro di Moore e c’ha pure l’accento genovese.

  6. 27 agosto 2005 12:29

    Inoltre è piú simpatico, molto più documentato e meno opportunista.
    Leppie

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: