Skip to content

raschiando il fondo del barile

14 giugno 2005
by

Premessa 1: è ormai da tempo, qualche mese cioè, che ho smesso di lasciarmi incantare dalle sirene del catastrofismo ambientalista per lasciarmi sedurre, solamente, dalle presunte facoltà della mia ragione e dalle leggi del libero mercato. Premessa 2: io, in automobile, ci vado tanto volentieri. Mi sento libero, credo di impiegare meno tempo che prendendo il bus o il treno, c’ho lo stereo e mi sento tutta la musica e soprattutto tutte le tribune politiche che voglio.

 Detto ciò, per scansare equivoci e fraintendimenti, il petrolio sta per finire e tra non molto tutti noi saremo costretti ad andare a piedi, a lasciare le auto nei garage, a guardare gli aerei parcheggiati negli hangar o nelle piazzole aeroportuali, a salutare le navi ferme alle banchine. Ebu me lo diceva da tempo ma io non gli volevo, non  gli potevo credere! E’ capitato però che mi imbattessi in un dotto articolo che dava conto delle previsioni sul futuro del greggio stilate non da una Greenpeace o da un WWF qualsiasi, ma, bensì, da Deutsche Bank, Goldman Sachs ed altro autorevole gotha finanziario internazionale. A quanto pare, nel 2010, la domanda di petrolio avrà nettamente superato la declinante produzione e si prevedono prezzi al barile da capogiro: 100 dollari! Cosa che, ovviamente, renderà talmente costoso il prezzo di un pieno da indurre, la maggior parte di noi, a lasciare a casa l’auto per interminabili tragitti in autobus. La nostra vita cambierà radicalmente. E non illudiamoci neppure di poter contare su giacimenti non ancora sfruttati: “il mondo è già stato rastrellato in lungo e in largo a caccia di pozzi, non si scopre un megagiacimento da 40 anni e quello che, secondo il servizio geologico Usa, manca ancora all’appello è pari, da solo, ad una volta e mezza le riserve ufficiali del Medio Oriente” (M. Ricci sulla Repubblica). Come dire, iniziate a far ginnastica che tra qualche anno le gambe vi serviranno. E gireranno come ruote.

Annunci
7 commenti leave one →
  1. anonimo permalink
    14 giugno 2005 13:10

    E’ interessante come quando io racconti qualcosa nessuno mi creda. Una sera ho spiegato a Shy, giacimento per giacimento, barile per barile, il fenomeno del peack-oil. E lui? Spalluccie. Poi legge un articolo qualsiasi su Repubblica copiato da un lancio d’agenzia e allora ci crede. E poi notate una cosa quando un ambientalista dice una cosa, non gli si da credito. Poi 10 anni dopo un istituto di credito dice la stessa cosa e allora tutti ci credono (io compreso). Siamo geneticamente conservatori e regressivi, non c’è dubbio.

  2. anonimo permalink
    14 giugno 2005 13:11

    ero ebu qui sopra

  3. 14 giugno 2005 13:14

    oh, finalmente l’hai ammesso anche tu che siamo conservatori!

  4. 14 giugno 2005 14:24

    anzi, come dice il Reverendissimo Cardinale, siamo un popolo di moderati

  5. 15 giugno 2005 13:44

    cara cassandra, andremo a piedi, l’aria sarà irrespirabile, moriranno in molti. qualche individuo lascerà il pianeta e figlierà lungo il viaggio che lo avvicinerà ad un sito ospitale. passeranno generazioni e generazioni finchè un genio si farà luce e viaggerà alla velocità della medesima nel tempo. tornerà sulla terra di tanti anni prima per insegnarci a non distruggerla. sarà Gesu’ Cristo o Eburneo???

  6. 15 giugno 2005 13:58

    eburneo è l’inquinatore numero uno di roma col suo scooter-sputacchia fumi tossici. ma chi figlierà lungo il viaggio potrà ricorrere alla fecondazione assistita?

  7. 15 giugno 2005 14:29

    basta che non sia eterologa. a meno di non mettere agli uomini le antenne di serie hehehehhe….

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: