Skip to content

25 marzo 2005
by

Io penso ai poveri elettori del Lazio, che hanno i manifesti che li invitano a votare per Marrazzo per cacciare Berlusconi. Quando hai la tosse ti devi ingoiare lo sciroppo anche se non ti piace. Però la tosse poi passa. Quando hai Berlusconi ti danno Marrazzo, e lo devi votare anche se non ti piace. Però Berlusconi non va via, perchè Marrazzo non è efficace come lo sciroppo. Non è stato sperimentato abbastanza. Sta a Berlusconi come lo zucchero filato sta alla tosse. Che se non stai attento, lo zucchero filato ti va di traverso ed è peggio.
La logica "c’è Berlusconi, quindi devi votare un candidato anche se non ti piace" risponde alla logica dell’emergenza. Quanto più vuoi mandare via Berlusconi, tanto più devi fare sacrifici, dicono i partiti che ti impongono Marrazzo. E’ la logica dell’emergenza che Vauro spiegò benissimo in una vignetta che passerà alla storia del pensiero politico. Era l’epoca della guerra in Iugoslavia. C’era una bionda col vestito a pallini sopra il ginocchio e la scollatura eccetera, e c’è uno che le dice "Me la dai?" e lei: "Perché?". E lui: "Per la Bosnia". Io non so quale urgenza libidonosa avessero di candidare Marrazzo. Ma ho la sensazione che dietro quella scelta ci sia una logica di quel genere.

Annunci
6 commenti leave one →
  1. shylock permalink
    25 marzo 2005 13:12

    comunque se voti marrazzo perché dovresti far cadere berlusconi?
    gli scenari sono già certi: se vince, l’unione chiederà al governo di dimettersi governo che risponderà a sua volta di aver vinto e intimerà all’opposizione di dimettersi; se vince il polo, berlusconi si convincerà di aver salvato ancora una volta l’italia dal gulag e il centro sinistra sosterrà di aver vinto segnado un colpo contro l’autoritarismo del premier. e la mussolini che dirà?

  2. shylock permalink
    25 marzo 2005 13:13

    che poi, di sfoghi libidinosi, marrazzo ne garantisce ben pochi…

  3. shylock permalink
    25 marzo 2005 13:32

    self, e che mi dici dei miei candidati a governatore? burlando, che non ho ancora capito se il meno peggio o il Peggio, così scrive nel suo noiosissimo programma: “ho tratto la convinzione di vivere in una regione forte, o meglio, in una regione composta da territori forti”.
    territori cazzuti? duri? aspri? forzuti? o forzisti?

  4. 25 marzo 2005 14:18

    E’ chiaro l’intento dell’innominabile di non scuotere i genovesi attraverso un riferimento al fatto che condividono una unità amministrativa coi savonesi e viceversa e lo stesso discorso vale per gli spezzini e gli imperiani o come si dice. Per quanto invece riguarda gli altri candidati, non ho idea di chi siano.

  5. 25 marzo 2005 14:25

    E poi, se la teoria dell’effetto-domino sono d’accordo con te. Non vale applicata al discorso Iraq e non vale applicata al discorso elezioni. Io non accetto di dover mandare a casa quel simpaticone di Storace solo perchè è di destra come Berlusconi. Esclusi gli slogan, per giunta incentrati sui grandi ideali piuttosto che sulle cose che veramente si fanno alla regione, sento poco parlare di come abbia governato Storace –

  6. shylock permalink
    25 marzo 2005 22:56

    il solo fatto che qualche vecchio rimbambito lo abbia contestato ieri pomeriggio me lo rende simpatico. o forse solo un pò meno indigesto.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: